Save the Children presenta le sue bomboniere 2013

100 pergamene valgono un posto a scuola per 16 bambini, 150 scatoline porta-confetti garantiscono a 7 neonati visite post-nascita… queste e tante altre le iniziative di Save the Children.

“Regalare un sorriso in più a tanti bambini renderà il giorno del nostro matrimonio ancora più bello e speciale! Grazie”. Questo pensiero degli sposi Marco e Federica dimostra come un atto di solidarietà può aggiungere ad una festa già speciale unicità e valore di condivisione.

Per capire meglio la logica delle bomboniere solidali e per dare agli sposi un’alternativa in più nella scelta, abbiamo chiesto a Save the Children quali sono i progetti promossi e come si può aiutare chi è meno fortunato di noi.

“Quando si parla di bomboniere solidali, gli sposi hanno una sola richiesta”, ci spiega Vanessa Doddi di Save the Children, “sapere dove andranno le loro donazioni e quali iniziative realizzeranno. Un matrimonio con le bomboniere di Save the Children non si conclude in un giorno, ma vola più lontano: bastano infatti 50 sacchetti porta-confetti per fornire 73 zanzariere atte a proteggere i bambini dalla malaria, 100 pergamene per assicurare un posto a scuola a 16 bambini, 150 scatoline porta-confetti per garantire a 7 neonati 6 visite post-nascita da parte di un operatore sanitario. Inoltre l’associazione costruisce scuole, provvede ai libri necessari, fornisce acqua potabile, cure mediche e alimenti terapeutici in aree povere, disagiate o colpite da guerre e disastri naturali. E ancora, Save the Children è attiva anche in Italia dove promuove attività di contrasto alla dispersione scolastica e avvia reti di sostegno per le madri e i loro bambini, con lo scopo di garantire i diritti essenziali di minori e adolescenti e dare loro la possibilità di sviluppare le proprie capacità e di costruire il proprio futuro”.

Quali sono le novità per le bomboniere solidali 2013?
“Oltre al sacchetto, alla scatolina porta-confetti, alla pergamena o alla cartolina salva-vita, tutti personalizzabili secondo i colori del matrimonio”, prosegue Vanessa, “quest’anno Save the Children propone una bomboniera solidale speciale per i testimoni: una card usb con pergamena personalizzata, in cui gli sposi potranno caricare video o foto prima di consegnarla a chi desiderano. E inoltre per coloro che non vogliono rinunciare alla tecnologia neanche nel giorno più bello, c’è la video-cartolina: un video messaggio di ringraziamento da inviare alle persone più care via email”.

Ma non finisce qui…
“Save the Children non è solo bomboniere”, conclude Vanessa. “Per un matrimonio solidale gli sposi possono scegliere anche le partecipazioni e la lista di nozze per realizzare tutti i progetti che l’organizzazione porta avanti”.

Come Marco e Federica, tutti possiamo regalare un sorriso a chi ne ha veramente bisogno.

Fonte: LeMieNozze.it

Comments are closed.